Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

I secoli bui un`epoca di luce - I popoli del Nord

 I secoli bui un`epoca di luce - I popoli del Nord

in onda venerdì 10 febbraio alle 22:15 su Rai5

Vichinghi, irlandesi, anglosassoni. Lo storico Waldemar Januszczak, prestigiosa firma di alcuni quotidiani britannici, conclude il suo originale racconto dell'arte medievale volgendo la sua attenzione alle opere dei popoli del Nord Europa, nell’ultimo episodio della serie “I secoli bui un’epoca di luce”. Qui i Carolingi si ritenevano i successori naturali di Roma e come tali si proponevano nella loro creazione artistica. Intanto, mentre i vichinghi costruivano lunghe e agili navi preziosamente decorate, con le quali solcare i mari alla conquista di territori inesplorati, dove maestose pietre runiche sarebbero rimaste come segno del loro passaggio, sulle isole britanniche gli irlandesi e gli anglosassoni affinavano le tecniche grafiche del manoscritto e l'arte orafa.

Nella serie in quattro puntate “I secoli bui un’epoca di luce”,  il professore Waldemar Januszczak spiega con stile scanzonato e ironico come i cosiddetti “secoli bui” siano stati invece un periodo di grande splendore, durante il quale nuove idee e religioni hanno alimentato lo sviluppo del pensiero e della creazione artistica. "Il Medioevo è stato frainteso – spiega Januszczak - La storia ha identificato il periodo successivo alla caduta dell'impero romano con un lento avvento della barbarie, durante secoli  terribili, tetro preludio alla fine della civiltà. Ma non è così, perché i 'secoli bui' sono stati tutt’altro che bui". Nel corso di un lungo viaggio in Europa, Africa e Asia alla ricerca di gemme nascoste nelle collezioni più prestigiose, Januszczak dimostra che il Medioevo è stato in realtà una tappa fondamentale per lo sviluppo dell'arte occidentale e un luminoso crogiuolo di idee.

Tags

Condividi questo articolo