Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Romaeuropa Festival 2016

Opening REf16

HOFESH SHECHTER
barbarians

21 settembre - 24 settembre 2016
da mercoledì a venerdì h 21 - sabato h 19

Teatro Argentina 

«Sono un uomo di 40 anni, alla ricerca di un brivido» dice la voce registrata fuori campo di Hofesh Shechter nella prima pièce del suo nuovo spettacolo barbarians. E in effetti, il lavoro di questo coreografo d’origine israeliana e adozione inglese -già a Romaeuropa con In your rooms,Political Mother e Sun sembra voler stravolgere i sensi dello spettatore.

Disorientanti cambi di scena, una scrittura sonora che tra musica classica ed elettronica scuote letteralmente la platea, un affilatissimo utilizzo delle luci e coreografie di gruppo dai ritmi forsennati e martellanti sono gli elementi che hanno affermato il lavoro della sua compagnia in tutto il mondo. Shechter costruisce la sua estetica a partire dalla commistione tra danza popolare mediorientale -coltivata anche nelle schiere della Batsheva Dance Company di Ohad Naharin- e danza nordeuropea, inserendo in un tessuto visionario e onirico riflessioni antropologiche, psicologiche e politiche.

Presentato per l’apertura del trentunesimo Romaeuropa Festival, barbarians è un percorso intorno ai temi dell’intimità, della passione e della banalità dell’amore: dalla voce elettronica e straniante della prima the barbarians in love, pièce per sei danzatori su note di François Couperin interamente costruita sul rapporto tra istinto e valori culturali e sull’intimità dello stesso Shechter, alla succesiva tHE bAD che tra ritmi dub step carichi di percussioni lascia esplodere gli accenni tribali della prima coreografia in una danza per 5 danzatori vestiti d’oro.

Chiude Two completely different angles of the same fucking thing, coreografia creata da Shechter inseme agli storici interpreti della compagnia Bruno Guillore, Winifred Burnet-Smith e Hannah Shepherd.

Romaeuropa presenta barbarians di Hofesh Shechter nell’ambito della Rete europea Theatron. Lo spettacolo sarà accompagnato e arricchito da laboratori, workshops, attività di comunicazione e promozione dedicate che consentano di coinvolgere i nuovi pubblici, specialmente giovani, in maniera inusuale.

 

Per informazioni: http://romaeuropa.net/

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo