Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Street View e Gigapixel per viaggiare nei musei romani

Trecentoquarantacinque musei, sessantatremila opere d'arte digitalizzate, già visitate da oltre otto milioni di persone. E' il Google Art Project, la piattaforma digitale avviata dal Google Cultural Institute per promuovere la conoscenza dei più importanti musei del mondo. Dopo l'adesione al progetto, nel 2012, dei Musei Capitolini, altre quattordici sedi museali romane si aprono alle nuove tecnologie per consentire l'accesso ai propri tesori artistici attraverso visite virtuali ad altissima definizione. Fra queste anche il piccolo e prezioso Museo Napoleonico, affascinante deposito di memorie storiche che restituisce l'avventurosa vita dell'Imperatore dei Francesi attraverso centinaia di reperti, tra dipinti, sculture e oggetti personali. Come per le altre istituzioni museali entrate a far parte dell'immenso archivio online, grazie alla tecnologia Street View e alle riprese delle opere in Gigapixel, si possono esplorare le sale del Museo Napoleonico a trecentosessanta gradi, e avvicinarsi alle opere d’arte con un semplice “click”, scoprendone i dettagli più nascosti.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo